De Brevitate Vitae - Libro 10 dei Dialoghi di Seneca

Home Prodotti De Brevitate Vitae - Libro 10 dei Dialoghi di Seneca
De Brevitate Vitae

7,50 €

Disponibilità: IMMEDIATA -

Esente Iva

ISBN: 9788883221606

Edizione: 1994

Tags: Interlineare, Traduzioni

Categoria: Classici Latini

Editore: Editrice Ciranna

Autore: Seneca

De Brevitate Vitae il libro decimo dei dialoghi di Seneca, lo trovi in vendita online con traduzione latina a fronte, versione interlineare, costruzione diretta e note.

+
Vuoi acquistare questo libro? Fallo senza timore! Siamo seri, Ciranna è casa editrice dal 1950.
Valutazione
esprimi il tuo voto selezionando le stelline comprese tra 1 (scarso) e 5 stelle (ottimo)
La tua recensione *

In vendita online il De Brevitate Vitae il decimo libro dei "Dialoghi" di Seneca con: traduzione latina a fronte, versione letterale interlineare, costruzione diretta e note.

 

De Brevitate Vitae analisi e riassunto

Il De Brevitate Vitae è uno dei libri, precisamente il decimo, facenti parte dei 12 costituenti l'opera "Dialoghi" del filosofo latino Lucio Anneo Seneca, composto probabilmente intorno al 50 d.C. Il libro è conosciuto in italiano col titolo di "Sulla brevità della vita" o ancora come "La brevità della vita" e tratta in maniera filosofica appunto la questione del tempo e l'impiego ed uso che ne facciamo nella nostra vita.

Il dialogo presente nel libro 10 è soltanto fittizio, al contrario di quanto avviene nel De Tranquillitate Animi ove Seneca sostiene in forma scritta una vera discussione con l'amico Sereno, nel De Brevitate Vitae l'interlocutore è solo una figura di appoggio al quale il filosofo rivolge i suoi pensieri ed essendo di fatto l'unica voce narrante.

Seneca nel De Brevitate Vitae immagina un dialogo con il cavaliere Pompeo Paolino, e critica subito chi sostiene che la vita è breve, siano questi uomini facenti parti della plebe sia uomini di alto rango sociale come Ippocrate o Aristotele; Seneca continua dicendo che non è la vita ad essere breve ma è il come la si vive che la rende sfuggente, "Il tempo è il bene più prezioso che ci è stato concesso" e dobbiamo impiegarlo come un saggio in opere più grandi e non in opere futili, gli "Occupati" (così li definisce in maniera dispregiativa) sono impegnati in attività superficiali, sprecando il presente che è l'unico vero tempo del quale siamo in possesso, poi se la prende con gli Otia, coloro che si divertono in banchetti, nei giochi e nelle frivolezze della vita.

Per Seneca l'unico modo d'impiegare il tempo in maniera saggia, è dedicarsi alla filosofia, ricercando sempre la qualità della vita piuttosto che la quantità.

 

Vendita Online del De Brevitate Vitae di Seneca - (Edizione Ciranna).